rubrica-seo

“No SEO No Visitors”.
Non stiamo parlando di uno spin-off di una serie televisiva degli anni ‘80: nessun alieno venuto dallo spazio per conquistare la terra, ma, se vogliamo, un nemico forse più pericoloso per chi – oggi – vuole ottenere risultati consistenti dal proprio business.

Stiamo parlando della mancanza di visitatori dovuta a un atteggiamento superficiale nell’ottimizzazione delle nostre parole chiave.
Esistono anche altri mezzi per portare visitatori sul nostro sito, attività social in primis.
Così però si perde tutta quella fetta di pubblico interessato ai nostri servizi/prodotti/informazioni che usano un motore di ricerca.
Nella frenesia del mondo globalizzato, per appagare un bisogno che si presenta in un determinato momento, ci siamo abituati a volerlo soddisfare nell’immediato, per passare subito alla necessità successiva.

Con il termine SEO (Search Engine Optimization) intendiamo tutte quelle operazioni messe in atto per “dire” ai motori di ricerca quali prodotti e quali servizi possiamo offrire ai nostri visitatori. Una frase che si sente spesso in queste circostanze è che «ci sono clienti che stanno cercando proprio te»; tramite la SEO non faremo altro che farci trovare da queste specifiche persone.
Esistono ovviamente anche altri mezzi per portare visitatori al proprio sito: attività sui social network, campagne pubblicitarie, newsletter. Tutte queste operazioni però presuppongono un lavoro e un investimento costante per attrarre i visitatori; visitatori spesso non profilati che quindi non ci portano nuove vendite o interazioni.
Il grande vantaggio dei motori di ricerca è che portano traffico al nostro sito in maniera passiva e soprattutto – se i nostri prodotti sono correttamente indicizzati – di qualità.

Ecco quindi lo scopo di questa Rubrica: sintetizzare in pillole alcuni consigli o dritte, che a volte magari possono sembrare anche banali, ma che potremmo tendere a dimenticare quando scriviamo un articolo o creiamo una pagina di contenuti per il nostro sito.

Iniziamo subito con i primi 5 consigli:

  • NIENTE SEO SIGNIFICA NIENTE VISITATORI DAI MOTORI DI RICERCA

    Se non fai SEO i motori di ricerca non possono categorizzare e classificare il tuo sito in base alla parole chiave rilevanti per il tuo business
  • SIA L'ON-SITE SEO CHE L'OFF-SITE SEO SONO NECESSARI

    Non puoi ottenere buoni risultati facendo l’uno senza l’altro (leggi qui cosa sono il seo “on-site” e “off-site)
  • INIZIA A FARE LA SEO ADESSO

    Più aspetti ad iniziare, più riusciranno ad avanzare i tuoi competitors, e più difficile diventerà ottenere un posizionamento migliore di loro.
  • CONOSCI I TUOI CONCORRENTI

    Scopri cosa fanno in termini si SEO “on-page” e “off-page” i siti che si trovano nella prima pagina dei risultati di ricerca, per le parole chiave che vuoi utilizzare anche tu.
  • QUANDO SOTTOPORRE IL TUO SITO AI MOTORI DI RICERCA

    Anche se i motori di ricerca si sono evoluti è necessario notificare loro le creazioni di nuovi siti web, mentre non serve nel caso di nuove pagine all’interno di un sito esistente e già mappato